Sherwood Festival 2021

Sherwood 2021 | Park Nord Stadio Euganeo - Padova | #Sherwood21

Movie Star Junkies, Elli De Mon & Cosa ci muove?

Movie Star Junkies

A distanza di 6 anni dall’ incredibile Evil Moods su Voodoo Rhythm Records, dopo un cambio di line up e innumerevoli concerti in giro per l’Europa tornano i Movie Star Junkies per presentarci il loro quinto disco, “Shadow of a rose”, in uscita a marzo per l’etichetta culto belga Teenage Menopause.
Un album che e’ l’anello mancante tra i precedenti “A poison tree” e “Son of the dust”, brani ruvidi e violenti intervallati da ballate e canzoni che sono gia’ dei classici, un songwriting inconfondibile e riferimenti letterali che spaziano da William Faulkner a Hubert Selby Jr. Il loro approccio rimane unico e riconoscibile,pur partendo da band iconiche quali Gun Club e Birthday Party (a questi ultimi hanno reso omaggio quest’anno su una compilation tributo a Nick Cave per l’etichetta messicana Humo de Sangre, insieme a Black Heart Procession, Beat Man e molti altri),il sound dei Movie Star Junkies non ha eguali,su disco come dal vivo. Un live selvaggio che si e’ sviluppato e consolidato in anni di concerti , due tour americani, prestigiosi festival e una discografia che vanta una mezza dozzina di uscite tra album, singoli, split e compilation per etichette di tutto il globo. “Shadow of a rose”, registrato da Massimiliano Moccia e masterizzato dall’ex bassista della band Emanuele Baratto ai Bigsnuff studios di Berlino, uscira’ in cd e vinile con un esclusivo artwork di Roxane Andres, e verra’ presentato durante una lunga serie di concerti in Italia e Europa.

Movie Star Junkies su Facebook

Elli De Mon

Elli de Mon echitarre, grancassa, rullante, sonagli, suoni saturi e psichedelia indiana. Attingendo a piene mani dalla tradizione sciamanica di lontani incantatori come Bessie Smith, Fred McDowell e Son House, Elli combatte i suoi demoni con lo strumento a lei piu congeniale: la musica. Un blues nuovo, fatto di slide selvaggi e contaminato da infuenze punk (Elli militava anche negli Almandino Quite Deluxe), e dalla musica indiana, grande amore di Elli.
A marzo 2013 debutta con il 7” Leave this town. Fin da subito inizia a macinare concerti su concerti, tra cui un tour americano in compagnia dell’amico Phill Reynolds. Nel febbraio 2014 euscito per CORPOC e Otis Recordings il suo primo album, dal titolo omonimo, registrato da Bruno Barcella e Alessio Lonati al TUP studio di Brescia. Nel febbraio 2015 e uscito II per Pitshark Records, etichetta francese al lavoro con band come Radio Birdman, Motorheads, Cosmic Psychos, mentre il disco di debutto di Elli de Mon viene ristampato dall’italiana Ammonia Records (Shandon, Peawees, Manges, The Hormonauts). Nel 2016 euscito sempre per Ammonia lo split VS con un altro one man band, Diego Deadman Potron, mentre nel 2017 e uscito un nuovo lavoro per Pitshark, Blues tapes: the indian sessions, incentrato sulla fusione del blues con la musica indiana. Nel 2018 euscito il suo quinto lavoro e terzo full lenght, intitolato Songs of Mercy and Desire, che segna il suo ritorno a canzoni piu folk.
Elli ha suonato ovunque, dividendo il palco con artisti come The Jon Spencer Blues Explosion, Afterhours, Reverend Beatman, the Monsters, Molly Gene onewoamanband, Big John Bates, Chuck Ragan, Larry and His Flask, Cedric Burnside, Bror Gunnar Jansson, Carmen Consoli. Ha partecipato a numerosi festival nazionali, come Radio Onda D’Urto, Sherwood Festival, Mojostation Blues Festival, To.t.em. Festival, Musicaw Festival, Nistoc, Salone del Libro di Torino (Radio Tre) ed internazionali come il festival blues di Lugano, di Cognac e il Berlin Fest. Elli ha portato il suo album in tour anche in Spagna, Francia, Germania, Belgio e Svizzera. Nel gennaio 2020 euscito il suo sesto lavoro sempre per Ammonia Records, uno split con la band tedesca Daily Thompson. Nel febbraio 2020 e inoltre uscito il suo primo libro per Arcana Edizioni, Countin’ the blues – donne indomite, dedicato alle artiste afroamericane degli anni ’20 del secolo scorso, a cui fa seguito, a giugno 2021 per Area Pirata Records, il disco omonimo Countin’the blues – Queens of the 20’s, che contiene i brani citati nel libro renterpretati secondo il suo stile.

Elli De Mon su Facebook

Cosa ci muove?

Spettacolo di Giulia Vidale e Ilaria Corsi

Danzatori: Ilaria Corsi e Giulia Vidale

Musica: Mst.Fantastic (Antonio Cardella)

In scena due danzatrici e un musicista / dj indagano il motivo che scatena il movimento danzato. Perché ci muoviamo? La nostra danza può nascere dalla musica, non solo, anche dall’ambiente in cui ci troviamo. Quanto tutto ciò ispira il nostro movimento? Come può cambiare il nostro stato d’animo? Un viaggio tra i generi musicali che influenzeranno il movimento. Beat, ritmo e ascolto ma non solo. Dj set e coinvolgimento del pubblico. Ci sono motivi validi per non muoversi? La danza ci fa stare bene, se fatta insieme ad altre persone!


Vi invitiamo a seguire queste indicazioni:

• Per la sicurezza di tutti: evitate assembramenti, indossate la mascherina quando vi alzate dai tavoli, igienizzatevi frequentemente le mani.

• Per garantire la sopravvivenza del festival vi chiediamo di non introdurre bevande di nessun tipo dall’esterno.

• Nel rispetto della campagna “Sherwood Change For Climate Justice” vi ricordiamo che non si potranno introdurre vetro e plastica all’interno dell’area.

• Per il rispetto del nostro vicinato vi raccomandiamo di non suonare percussioni o altri strumenti dopo la mezzanotte!

Sherwood Festival è necessario! E sarà per tutt*.

Non sono necessarie prenotazioni


Infoline: 335.1237814
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Movie Star Junkies, Elli De Mon & Cosa ci muove?
Data evento martedì 13 luglio
Inizio evento ore 21:00
Apertura cancelli ore 19:00
Prezzo 1€ può bastare