Sherwood Festival 2022

Sherwood Festival 2022

Sherwood Festival 2022 | 15 giugno - 16 luglio 2022 | Park Nord Stadio Euganeo - Padova | #Sherwood22

Eventi

Dutch Nazari + Jesse The Faccio

Vai alla pagina Facebook


Opening act:
Jesse The Faccio
Vai alla pagina Facebook


Special appearances:
Psycodrummers
Vai alla pagina Facebook


“1€ può bastare”
Per questo evento non esistono prevendite,
si pagherà direttamente 1 € all’ingresso del festival il giorno del concerto


Dutch Nazari

Con la tipica ironia che contraddistingue la sua musica, il rapper padovano torna sulle scene con nuovi brani, dove i testi scivolano su strumentali dalle sonorità ibride, tra pop ed elettronica. Le tematiche affrontate mescolano senza soluzione di continuità argomenti personali e politici, tematiche individuali e sociali, immagini precise e considerazioni astratte.

Dutch Nazari prende spunto dal proprio vissuto ma nel testo lascia solo qualche indizio personale, mantenendo tutto un po’ segreto, nascosto. Gioca con le parole, ironizza e colpisce con un testo ricco di riflessioni più generali che appartengono a un’intera generazione.

Il talento poliedrico di Dutch lo porta anche a collaborare anche con personalità artistiche non legate – o non solo – al mondo della musica. L’incontro con il poeta Alessandro Burbank da vita a un sodalizio artistico importante che, nel corso degli anni, ha trovato espressione in diverse e svariate attività, fino alla messa in scena dello spettacolo “A una metrica distanza” – uno show divulgativo semi-serio dove la poesia “sfida” la musica – e il lancio di un podcast dal titolo “Cosa preferiresti”.

Uno scontro goliardico e spassionato basato sull’omonimo gioco: “Preferiresti essere uno squalo che sa anche volare o un gabbiano che sa anche nuotare negli abissi? Preferiresti avere il potere di depilare le persone con lo sguardo o di renderti invisibile ai felini?” Dutch Nazari e Alessandro Burbank, insieme ai loro ospiti che si alterneranno uno a puntata, danno una risposta a questi e ad altrettanto importanti quesiti. Tra i primi ospiti Martìn Sal e Dargen D’Amico.

Jesse The Faccio

Jesse the Faccio è un cantautore italiano, nato e cresciuto a Padova. La sua città non ha però avuto un ruolo chiave nella sua scrittura e composizione: Jesse, per quanto riguarda la matrice musicale e strumentale, guarda molto più all’estero, agli Stati Uniti. I testi invece sono un semplice ma intrecciato gioco di immagini che spesso rievocano situazioni dove l’amore, le relazioni e più in generale le persone risultano al centro. Qui forse la provincialità dell’ambiente che lo circonda viene messa più in mostra. Considerando la sua naturale passione per la lingua italiana, il progetto risulta come un mix tra tipiche sonorità lo-fi rock d’oltreoceano e il più classico del cantautorato italiano.

Dopo il disco di esordio “I Soldi per New York” (2018), il successivo “VERDE” (2020) e tre anni non stop tra uscite discografiche e live che hanno portato Jesse e la sua band su e giù per tutta Italia, il 26 novembre 2021 arriverà il terzo lavoro del cantautore, “Le cose che ho”: un EP di quattro brani scritti alla fine del 2020 e in uscita per Dischi Sotterranei.

Psycodrummers

Psycodrummers è un progetto musicale che esplora in modo non convenzionale le possibilità delle percussioni industriali, costruendo performance dal vivo di forte impatto emotivo, in cui la potenza dei tamburi si mescola alla puntualità incalzante delle coreografie. Il gruppo – formato nel 2015 in Italia, composto da tredici percussionisti – si ispira alla tradizione africana e all’universo della world music ma si apre alle più diverse contaminazioni, dal funky all’elettronica, per sviluppare esibizioni energiche dal sapore tribale e al tempo stesso decisamente contemporaneo.

Gli strumenti utilizzati sono stati costruiti dagli stessi musicisti, recuperando rifiuti plastici, tank di diverse grandezze e misure. Brani e coreografie sono creazioni originali.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Noyz Narcos + Orli

Virus Summer Tour

Vai alla pagina Facebook


Opening act:
Orli
Vai alla pagina Facebook


una co-produzione SNACKulture


Prevendite:
www.sherwoodfestival.it
www.ticketone.it
www.mailticket.it

L’acquisto della prevendita è fortemente consigliato!

Gli aventi diritto al bonus cultura iscritti all’applicazione 18app
dovranno obbligatoriamente acquistare il biglietto in prevendita
collegandosi al seguente indirizzo: www.ticketone.it/18app

Con il bonus cultura non si potrà acquistare il biglietto in cassa.


Informazioni utili:

● I bambini entrano gratuitamente fino al compimento dei 12 anni di età.

Le persone con disabilità devono acquistare regolare biglietto ma potranno avvalersi di un accompagnatore che entrerà gratuitamente.

All’interno dell’area è presente una pedana riservata (non prenotabile) dalla quale sarà possibile assistere allo spettacolo in totale sicurezza.

● Le nostre prevendite non sono nominali, quindi potrà accedere all’evento anche chi non è titolare del biglietto.

● Al termine del concerto ingresso 1 € può bastare


Raggiungi Sherwood Festival in autobus collegati sul sito di BusForFun


Dopo l’incredibilie esibizione del 2018, Noyz Narcos ritorna sul palco di Sherwood Festival con il suo nuovo capolavoro “Virus”.

Uscito a quattro anni di distanza dal precedente Enemy (che Noyz ai tempi aveva presentato come l’ultimo album che avrebbe pubblicato), Virus è stato annunciato l’8 dicembre 2021 tramite un trailer che diceva: «Sono passati 20 anni, tutto è cambiato per non cambiare niente: siete cambiati solo voi. Avevo deciso di lasciare ma non posso, per potermi liberare di questo mostro devo lasciarlo sfogare ancora. Oltre alla plastica e ai rifiuti tossici, sotto ai tombini di questo Paese c’è ancora tanta merda che scorre e aspetta solo il momento giusto per venire a galla. La mia musica è sempre stata una piaga per il sistema, come un virus, che nel tempo ha continuato a mutare per diventare più forte dell’organismo che ha scelto di abitare. La roba nuova in arrivo è una minaccia per chiunque la ascolti. Ma soprattutto per me.»

Il 17 dicembre successivo esce il docu-film Noyz Narcos – Dope Boys Alphabet, disponibile su LIVENow e tre giorni dopo su Prime Video che ripercorre la carriera di Noyz e racconta la lavorazione di Virus.

Il 20 dicembre 2021 viene annunciata la data di uscita dell’album e svelata la copertina, mentre la tracklist viene pubblicata il 5 gennaio 2022.

Virus è composto in totale da sedici tracce, a cui si aggiungono l’intro, presente sulle copie fisiche in CD, musicassetta e vinile, e la traccia bonus Rvssian Bag, dichiarata presente solo nelle versioni su vinile e musicassetta ma in realtà incisa anche nelle copie in CD come ghost track.

In un solo giorno l’album ha totalizzato 4.919.740 streaming su Spotify, tutte le canzoni dell’album hanno debuttato in Top 50 Italia e ha debuttato al primo posto degli album in Italia nella classifica settimanale. Inoltre l’album è stato certificato disco d’oro dalla FIMI in una settimana.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Lo Stato Sociale + España Circo Este

10 anni di “Turisti delle democrazia”

Vai alla pagina Facebook


Opening act:
España Circo Este
Vai alla pagina Facebook


Aftershow:
Sibode DJ
Vai alla pagina Facebook


“1€ può bastare”
Per questo evento non esistono prevendite,
si pagherà direttamente 1 € all’ingresso del festival il giorno del concerto


Nel decimo anniversario dall’uscita di “Turisti della democrazia”, il 17 giugno Lo Stato Sociale ritorna tra le braccia di una foresta amica, quella di Sherwood Festival, per dare il via all’edizione 2022 con un concerto imperdibile che vedrà come opening act gli España Circo Este.

Una serata unica che riunirà sotto il palco gente che si vuole bene e si somiglia, che è cresciuta e anche invecchiata, con il solo obiettivo di condividere insieme un momento speciale in cui tornare, proprio come dieci anni fa, a cantare a squarciagola le canzoni che ci hanno accompagnato per tutto questo tempo.

Oggi come allora, il biglietto mantiene un prezzo simbolico rientrando nella formula “1€ può bastare”.

«In anni difficili da comprendere – racconta la band – abbiamo pensato che un segnale importante da dare sia riprendere alcune abitudini che hanno distinto Lo Stato Sociale, anche grazie al supporto di realtà come Sherwood: biglietti popolari, perché in fondo noi siamo la musica della mutua.

E quindi, con non poca emozione, possiamo darci appuntamento il 17 giugno a Sherwood Festival: 1€ può bastare.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

El Mexico Profundo in difesa della terra

Lancio della carovana estiva di Ya Basta! Êdî Bese!

ore 19.30 Stand “Sherwood Media e Produzioni

con:

  • Lo Stato Sociale
  • España Circo Este
  • attivisti di Ya Basta! Êdî Bese!

Sherwood Festival ospiterà un dibattito che ci porterà nel cuore del Messico, analizzando l’attuale situazione del paese latinoamericano. L’Associazione Ya Basta! Êdî bese! dialogherà con gli artisti della serata, España Circo Este e Lo Stato Sociale, così da raccontarci attraverso le esperienze reciproche le tante resistenze presenti nel paese, che passano soprattutto per la popolazione indigena, ultimo baluardo a difesa dei territori sotto attacco del capitalismo neoliberale. Attacco che sempre più negli ultimi anni si traduce nella militarizzazione dei territori e nell’imposizione di grandi opere dannose per l’ambienta e la popolazione. Sarà anche occasione per l’Associazione Ya Basta! Êdî bese! di presentare la prossima ca

La guerra in Ucraina non è solo il fallimento manifesto della governance internazionale, che negli ultimi trent’anni ha invano tentato di ricostruire un “nuovo ordine globale”: è il frutto del riassetto del capitalismo nella fase storica della “transizione”, dove si scontrano vecchie e nuove tendenze imperiali.

Se da un lato stiamo assistendo alla più grande operazione di riarmo globale, quantomeno dalla fine della Guerra Fredda, dall’altro ci troviamo di fronte a una pericolosa semplificazione del dibattito pubblico, nella quale la “propaganda di guerra” ha completamente colonizzato l’infosfera.

In questo contesto abbiamo sempre più la necessità di ricostruire una visione complessiva, che sappia leggere questa guerra in tutte le sue implicazioni – politiche, economiche, sociali e ambientali -, ridando slancio a un’idea di mondo che metta definitivamente la guerra nel dimenticatoio.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Holi – Il festival dei colori

Vai alla pagina Facebook

Dopo 2 anni di stop forzato, torna l’attesa festa dei colori a Sherwood Festival … come prima, più di prima!

Special guests:

Epoque
Vai alla pagina Facebook

Will Buse
Vai alla pagina Facebook

Rayan & Intifaya
Vai alla pagina Facebook di Rayan
Vai alla pagina Facebook di Intifaya


Prevendite:
www.sherwoodfestival.it

L’acquisto della prevendita è fortemente consigliato!

N.B. Per questo evento prevendite e biglietto in cassa non potranno essere acquistati con il bonus cultura.


Informazioni utili:

● I bambini entrano gratuitamente fino al compimento dei 12 anni di età.

Le persone con disabilità devono acquistare regolare biglietto ma potranno avvalersi di un accompagnatore che entrerà gratuitamente.

All’interno dell’area è presente una pedana riservata (non prenotabile) dalla quale sarà possibile assistere allo spettacolo in totale sicurezza.

● Le nostre prevendite non sono nominali, quindi potrà accedere all’evento anche chi non è titolare del biglietto.


Cos’è l’Holi

Holi è tra le più antiche celebrazioni indù della stagione primaverile e coinvolge migliaia di persone dall’India, Bangladesh, Nepal e Pakistan. Conosciuta come la festa dei colori, della gioia, dell’amore e del divertimento, durante i festeggiamenti che durano due giorni, interi villaggi cantano e ballano, lanciandosi polvere colorata e acqua.

La festa simboleggia la vittoria del bene sul male, l’arrivo della primavera e l’addio all’inverno. Ma è anche un momento di incontro e di puro divertimento. E’ la giornata in cui si dimenticano i dolori e si perdona. In questa occasione vengono meno anche le rigide strutture sociali: ricchi e poveri, vecchi e giovani, uomini e donne festeggiano e scherzano insieme.

Che cosa si fa

Il format consiste nel lanciare in aria polverine colorate e profumate alla fine dei countdown che i vocalist o i dj ritmano dal palco, di solito sono cadenzati uno ogni ora. E si balla e ci si “colora” tutti insieme. Si consiglia di indossare capi di cotone bianchi, le polverine sono naturali e atossiche, sono composte da talco e amido di mais, non contengono nessun metallo pesante, sono 100% eco friendly e si acquistano all’interno dell’area del festival, negli stand ufficiali “Holi”, garanzia della genuinità del prodotto.

Per chi è

Per tutti. Non ci sono limiti di età per partecipare all’Holi il festival dei colori, è aperto a tutti, grandi e piccini. Unica “regola”: aver voglia di divertirsi tutti insieme pacificamente come vuole lo spirito della festa indiana.

La storia

Il Festival dei colori nasce alcuni anni fa dalle menti di due event manager veneti, i primi a portare in Italia il format. L’Holi on tour si ispira alla tradizionale festa indiana e lo mixa con dj set dall’elettronica al rap. Degli esordi di Padova e Vicenza se n’è parlato molto sul web, con le foto del bacio diventate virali su Facebook e su Instagram. Poi il format è diventato nazionale. Da Roma a Bologna, passando per Firenze e Milano fino a Venezia e Trieste, ha toccato tutta Italia, dalle spiagge alle città. Il Festival è stato anche protagonista delle riprese del film “Forever Young” del regista Fausto Brizzi ed il fenomeno del selfie colorato è stato oggetto di studio sociologico. Una vera e propria moda che ha spopolato ovunque e che tappa dopo tappa ha registrato numeri da capogiro: in sei edizioni ha totalizzato mezzo milione di partecipanti di tutte le età e culture.

F.A.Q.

  • Le polveri non danno problemi di intolleranze alimentari essendo prive di glutine e composte da prodotti completamente naturali e biologici. Consigliamo, però, di portarvi mascherine per gli occhi e/o per la bocca.
  • I colori in questione essendo completamente naturali sono assolutamente lavabili. Ad ogni modo, vi consigliamo di non indossare i vostri capi migliori per gustarvi di più la festa.
  • Consigliamo di indossare vestiti bianchi per far risaltare maggiormente l’effetto cromatico delle polveri colorate.

AVVERTENZE IMPORTANTI

  • La composizione delle polveri holi

Le polveri Holi sono composte da talco farmaceutico al 99%, colorante alimentare 0,5% e profumo naturale 0,5%: sono atossiche, non contengono nessun metallo pesante e sono 100% eco friendly, non infiammabili e non esplosive come dimostrato dai certificati rilasciati dal produttore, un’industria con tutte le certificazioni a norma che da 50 anni si occupa della produzione e distribuzione degli Holi Colors a livello mondiale.

  • Consigli e precauzioni

Gli Holi Colors, essendo polveri, possono dar fastidio alle vie respiratorie se aspirati in grandi quantità, soprattutto se mischiati al sudore e se gettati con forza sul corpo ed in particolare sul volto e gli occhi: raccomandiamo di evitare di inalarli direttamente e sconsigliamo la partecipazione a chi ha già problemi respiratori.

Si consiglia l’uso di occhiali da sole protettivi o di occhialini da piscina per evitare il più possbile il contatto con gli occhi e l’uso di mascherine o bandane per la faccia, soprattutto per i più sensibili ed i bambini. Nonostante i colori siano fabbricati con prodotti naturali ed eco compatibili non sono commestibili.

  • Come pulire vestiti e corpo

Gli Holi Colors in una giornata molto calda e umida o se mischiati con acqua possono rilasciare più colorante alimentare che entra nei pori della pelle, dilatati, senza arrecare nessun danno ma rendendo la rimozione del colore più difficile. Il consiglio è di rimuovere quanta più polvere possibile con soffiatori o battendo la parte dove presente e solo dopo lavarsi con acqua e shampoo; si consiglia inoltre di mischiare shampoo e bicarbonato di sodio e fare un paio di docce e poi trattare con crema per corpo l’eventuale rimanenza. Il colore solitamente va via nell’arco di pochi giorni; non rimuovere le possibili macchie mischiando più prodotti chimici.

Non è attribuibile né al fornitore né all’organizzatore dell’evento il persistere di eventuali macchie di colore e nessuna responsabilità sul loro uso improprio.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

La guerra, oltre la guerra

ore 20.30 – Second Stage

con:

  • Donatella Di Cesare (Filosofa)
  • Ida Dominijanni (Filosofa)
  • Andrea Fumagalli (Economista)
  • Davide Grasso (Ricercatore E Scrittore, Ed Ex Combattente Ypg)

con la partecipazione di:

  • Alberto Negri (Giornalista)

Modera: Antonio Pio Lancellotti (Global Project)

La guerra in Ucraina non è solo il fallimento manifesto della governance internazionale, che negli ultimi trent’anni ha invano tentato di ricostruire un “nuovo ordine globale”: è il frutto del riassetto del capitalismo nella fase storica della “transizione”, dove si scontrano vecchie e nuove tendenze imperiali.

Se da un lato stiamo assistendo alla più grande operazione di riarmo globale, quantomeno dalla fine della Guerra Fredda, dall’altro ci troviamo di fronte a una pericolosa semplificazione del dibattito pubblico, nella quale la “propaganda di guerra” ha completamente colonizzato l’infosfera.

In questo contesto abbiamo sempre più la necessità di ricostruire una visione complessiva, che sappia leggere questa guerra in tutte le sue implicazioni – politiche, economiche, sociali e ambientali -, ridando slancio a un’idea di mondo che metta definitivamente la guerra nel dimenticatoio.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Presentazione di “Le rivoluzioni di Berta” con Claudia Korol

ore 19.30 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

SherBooks presents:

Incontro con Claudia Korol (attivista e giornalista argentina)

una collaborazione tra:

  • Ya Basta! Êdî Bese!
  • Capovolte Edizioni
  • Cica (Collettivo Italia Centro America)

“Le rivoluzioni di Berta” è un libro di Claudia Korol uscito in America Latina nel 2019 e tradotto quest’anno in italiano dalla casa editrice Capovolte. Parla della vita e dell’attivismo politico e sociale di Berta Cáceres, ma affronta anche in generale il tema della giustizia sociale visto dal punto di vista delle popolazioni indigene e colonizzate.

Claudia Korol è argentina, educatrice popolare e comunicatrice femminista. Autrice dei libri Las Revoluciones de Berta, El Che y los argentinos, Caleidoscopio de rebeldías, Somos tierra, semilla y rebeldía. Mujeres, tierra y territorio en América Latina, Diálogo con Gladys Marín, compilaciones de Educación Popular y Pedagogía Feminista.

Appartenente al gruppo di educazione popolare Pañuelos en Rebeldía e di Feministas del Abya Yala. Conduce i programmi radiofonici Espejos Todavía e Aprendiendo a Volar.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Sotterranei a Sherwood #6

Vai al sito di Dischi Sotterranei


Second Stage

Pietro Berselli
Vai alla pagina Facebook

Visconti
Vai alla pagina Facebook


“1€ può bastare”
Per questo evento non esistono prevendite,
si pagherà direttamente 1 € all’ingresso del festival il giorno del concerto


Pietro Berselli

Spera di non essere stucchevole. Viene da Brescia ma ha un passato anche Padovano, insomma sta lì all’altezza della A4, nella nebbia.

Pubblica un disco nel 2016, “Orfeo l’ha fatto apposta”, un concept album di canzoni un po’ depre e passivo aggressive che non nascondono un amore per la scena indipendente e non degli anni novanta.

Nel 2021 esce un nuovo disco “Evidentemente no” un nome che spera di non essere un programma ma semplicemente un pensiero disilluso, sincero e quotidiano.

Il nuovo disco è fatto di contrasti, ci sono canzoni con cui non ho mai fatto pace e altre invece con cui continua un amore sincero. La cosa che le accomuna è stata una ricerca sonora che andasse a ricomporre tutti i pezzi del puzzle degli ascolti musicali di una vita. Il titolo è volutamente ironico, un monito a restarsene sempre con i piedi per terra, sennò fai brutta figura, coglione.

Visconti

Visconti nasce ad Acqui Terme nel 2000 e all’età di 20 anni scrive il suo primo album, figlio della pandemia e della sua generazione. Nei suoi brani l’urgenza del post-punk trova nella forma cantautorale le parole per cercare la normalità nel disagio. Valerio inizia a suonare tra i fumi delle acque sulfuree e agglomerati di hotel abbandonati poco fuori nella campagna.

Scrive figlio della pandemia per fissare l’inconsistenza delle note di telefono in cui cerca di raccogliere i sentimenti e gli sproloqui a fine serata.

Il fascino per il decadente e il decaduto è il tracciato che più accomuna i suoi testi, dove cerca di connettere l’approccio cantautorale al bacino musicale di un’eredità post-punk.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

The Offspring + Lagwagon & Anti Flag

Let the Bad Times Roll Tour 2022

Vai alla pagina Facebook


Opening acts:

Lagwagon
Vai alla pagina Facebook

Anti Flag
Vai alla pagina Facebook


Prevendite:
www.sherwoodfestival.it
www.ticketone.it
www.mailticket.it

L’acquisto della prevendita è fortemente consigliato!

I biglietti già acquistati per i live precedentemente programmati nel 2020 e nel 2021 rimangono automaticamente validi per la nuova data.

Gli aventi diritto al bonus cultura iscritti all’applicazione 18app
dovranno obbligatoriamente acquistare il biglietto in prevendita
collegandosi al seguente indirizzo: www.ticketone.it/18app

Con il bonus cultura non si potrà acquistare il biglietto in cassa.


Informazioni utili:

● I bambini entrano gratuitamente fino al compimento dei 12 anni di età.

● Le persone con disabilità devono acquistare regolare biglietto ma potranno avvalersi di un accompagnatore che entrerà gratuitamente.

All’interno dell’area è presente una pedana riservata (non prenotabile) dalla quale sarà possibile assistere allo spettacolo in totale sicurezza.

● Le nostre prevendite non sono nominali, quindi potrà accedere all’evento anche chi non è titolare del biglietto.

● Al termine del concerto ingresso 1 € può bastare


Raggiungi Sherwood Festival in autobus collegati sul sito di BusForFun


Let The Bad Times Roll questo il titolo del decimo LP realizzato in studio dalla band, già anticipato dal primo singolo omonimo, una canzone e un titolo perfetti per questi tempi particolari. Gli Offspring sono delle leggende e degli innovatori della scena punk rock, hanno venduto più di 40 milioni di dischi in tutto il mondo e si sono esibiti senza risparmiarsi (più di 500 show nel solo ultimo decennio). La formazione in questi ultimi tempi si è rinnovata, assieme al frontman e cantante Dexter Holland rimangono il chitarrista Noodles, il batterista Pete Parada mentre esordisce il nuovo bassista Todd Morse. Il disco nuovo era atteso da tempo, tempo “speso” dalla band per registrare nel loro headquarter -lo studio di Huntington Beach- un disco prodotto e supervisionato da Bob Rock, dal primo singolo uscito (ascoltabile su Spotify) e dall’artwork dell’album, si può intuire che non siamo solo di fronte al ritorno di una band essenziale per il rock contemporaneo ma anche che il nuovo progetto sarà ricco di spunti e contenuti, un disco che sarà una vera dichiarazione di intenti rispetto ai giorni difficili che stiamo vivendo, Dexter ha raccontato di tematiche attuali, non tirandosi indietro di fronte a vari e diversi argomenti e il primo singolo è – a tutti gli effetti – un riflesso delle sfide fronteggiate dagli Stati Uniti in questi anni, dice Holland: “Penso che siamo in un periodo storico unico, in cui i leader mondiali anziché promettere ‘faremo del nostro meglio’ sembrano dirti ‘vai a farti f…”, e questo fa davvero paura.”


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Willie Peyote + Diplomatico CNN

Pornostalgia Tour 2022

Vai alla pagina Facebook


Opening act:
Diplomatico e il Collettivo Ninco Nanco
Vai alla pagina Facebook


Prevendite:
www.sherwoodfestival.it
www.ticketone.it
www.mailticket.it

L’acquisto della prevendita è fortemente consigliato!

Gli aventi diritto al bonus cultura iscritti all’applicazione 18app
dovranno obbligatoriamente acquistare il biglietto in prevendita
collegandosi al seguente indirizzo: www.ticketone.it/18app

Con il bonus cultura non si potrà acquistare il biglietto in cassa.


Informazioni utili:

● I bambini entrano gratuitamente fino al compimento dei 12 anni di età.

Le persone con disabilità devono acquistare regolare biglietto ma potranno avvalersi di un accompagnatore che entrerà gratuitamente.

All’interno dell’area è presente una pedana riservata (non prenotabile) dalla quale sarà possibile assistere allo spettacolo in totale sicurezza.

● Le nostre prevendite non sono nominali, quindi potrà accedere all’evento anche chi non è titolare del biglietto.

● Al termine del concerto ingresso 1 € può bastare


Raggiungi Sherwood Festival in autobus collegati sul sito di BusForFun


Con i precedenti 5 album, Willie Peyote ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico ma anche della critica che ha sempre lodato la sua capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con testi che guardano alla canzone d’autore per come affrontano le tematiche sociali e attuali, il tutto con un’ironia tagliente. 

Dopo la firma con Virgin Records/Universal Music Italia e la pubblicazione del suo ultimo disco “Iodegradabile”, album che ha debuttato nella Top5 dei dischi più venduti e ascoltati in Italia e da cui sono stati estratti i singoli “La tua futura ex moglio” – certificato disco d’oro con ottimi risultati sia in digitale che in radio, “Quando nessuno ti vede” e “Semaforo”, e del singolo collaborativo con la star internazionale del reggae Shaggy “Algoritmo”, Willie Peyote ha chiuso il 2020 con l’uscita del brano inedito “La depressione è un periodo dell’anno”, una fotografia amara del periodo di difficoltà subito a causa della pandemia raccontata con i modi e i toni di chi ha fatto dell’accusa sociale e della descrizione della nostra società uno dei capisaldi del suo lavoro artistico. Il 2021 ha portato Willie Peyote a calcare per la prima volta il palco del Festival di Sanremo con “Mai dire mai (La locura)”, brano che ha regalato al rapper torinese il disco di Platino e il Premio della Critica Mia Martini.

Se il 2021, nonostante la difficoltà del settore, ha comunque permesso a Peyote e alla sua band di portare live i brani del suo repertorio, Il 2022 non sarà soltanto l’occasione per presentare un nuovo disco di studio ma anche quella di tornare ad esibirsi davanti al pubblico e presentare dal vivo i nuovi pezzi. Peyote e gli All Done saliranno sul palco durante la prossima estate per un tour organizzato da Magellano Concerti.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management