Sherwood Festival 2022

Sherwood Festival 2022

Sherwood Festival 2022 | 15 giugno - 16 luglio 2022 | Park Nord Stadio Euganeo - Padova | #Sherwood22

Talk / Incontri

El Mexico Profundo in difesa della terra

Lancio della carovana estiva di Ya Basta! Êdî Bese!

ore 19.30 Stand “Sherwood Media e Produzioni

con:

  • Lo Stato Sociale
  • España Circo Este
  • attivisti di Ya Basta! Êdî Bese!

Sherwood Festival ospiterà un dibattito che ci porterà nel cuore del Messico, analizzando l’attuale situazione del paese latinoamericano. L’Associazione Ya Basta! Êdî bese! dialogherà con gli artisti della serata, España Circo Este e Lo Stato Sociale, così da raccontarci attraverso le esperienze reciproche le tante resistenze presenti nel paese, che passano soprattutto per la popolazione indigena, ultimo baluardo a difesa dei territori sotto attacco del capitalismo neoliberale. Attacco che sempre più negli ultimi anni si traduce nella militarizzazione dei territori e nell’imposizione di grandi opere dannose per l’ambienta e la popolazione. Sarà anche occasione per l’Associazione Ya Basta! Êdî bese! di presentare la prossima ca

La guerra in Ucraina non è solo il fallimento manifesto della governance internazionale, che negli ultimi trent’anni ha invano tentato di ricostruire un “nuovo ordine globale”: è il frutto del riassetto del capitalismo nella fase storica della “transizione”, dove si scontrano vecchie e nuove tendenze imperiali.

Se da un lato stiamo assistendo alla più grande operazione di riarmo globale, quantomeno dalla fine della Guerra Fredda, dall’altro ci troviamo di fronte a una pericolosa semplificazione del dibattito pubblico, nella quale la “propaganda di guerra” ha completamente colonizzato l’infosfera.

In questo contesto abbiamo sempre più la necessità di ricostruire una visione complessiva, che sappia leggere questa guerra in tutte le sue implicazioni – politiche, economiche, sociali e ambientali -, ridando slancio a un’idea di mondo che metta definitivamente la guerra nel dimenticatoio.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Speciale “Premio Alberto Dubito”

ore 23.30 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

Con:

  • Marco Philopat (editore di Agenzia X e uno dei coordinatori del Premio Dubito)
  • Gabriele Stera ed Eugenia Galli (Monosportiva Galli Dal Pan e Zoopalco), vincitori del Premio in edizioni passate.
  • Giulio Musso (Astolfo 13)

Il Premio Dubito di poesia con musica, fondato dieci anni fa per ricordare Alberto “Dubito” Feltrin, è stato ormai attraversato da centinaia di artiste e artisti. Da nord a sud, percorsi diversi si sono intrecciati in una comunità sempre in cambiamento. Come ha scritto Gabriele Stera: “Il Premio ha letteralmente inventato una scena, catalizzando proposte artistiche provenienti (e debordanti) dal mondo dello slam, del rap, del pIl Premio Dubito di poesia con musica, fondato dieci anni fa per ricordare Alberto “Dubito” Feltrin, è stato ormai attraversato da centinaia di artiste e artisti. Da nord a sud, percorsi diversi si sono intrecciati in una comunità sempre in cambiamento. Come ha scritto Gabriele Stera: “Il Premio ha letteralmente inventato una scena, catalizzando proposte artistiche provenienti (e debordanti) dal mondo dello slam, del rap, del post-rock, della musica popolare e sperimentale, ecc.”. Cos’è oggi la dissidenza artistica e come si interfaccia con tematiche sociali e politiche?


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Presentazione “Sherwood Changes For Climate Justice”

ore 20.00 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

Quali sono gli obiettivi di un festival “climate positive”? Perché è importante misurare i propri impatti ambientali? La presentazione della campagna Sherwood Change for Climate Justice risponderà a queste domande dando la parola a chi lavora ogni giorno per combattere la crisi climatica.

Dialogano tra loro rappresentanti di:

  • Sherwood Festival
  • Rise Up For Climate Justice
  • WOWnature
  • Etifor

Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

Al di là di ogni irragionevole abuso

Police brutality, violenza penale e potere

ore 19.30 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

Con:

  • Claudia Pinelli (figlia di Pino Pinelli, anarchico)
  • Avv. Cesare Antetomaso (Giuristi Democratici)
  • Avv. Giuseppe Romano (penalista)

Alcune vicende giudiziarie che hanno assunto un notevole carattere mediatico, Caso Cucchi in primis, hanno incrementato sempre più il dibattito sui cosiddetti “abusi di Stato”.

È evidente però che se tale spazio riflessivo resta privo di un carattere sistemico, si rischia che le singole vicende si appiattiscano sulla retorica delle “mele marce”, senza che mai si affronti il tema cruciale del ricorso alla violenza quale strumento di gestione dell’ordine pubblico e dello spazio penitenziario.

Sebbene il nostro sistema penale individui dei limiti allo strabordare dell’uso legittimo della forza, tali sono discrezionalmente superati con l’arma dell’emergenzialità, o, nei casi più gravi, attraverso l’uso di depistaggi: nient’altro che espedienti mendaci con la quale eliminare le “impronte” legate ad una responsabilità istituzionale.

Dall’uso, all’abuso, sino al sopruso.

Era il 1969 quando a seguito di un arresto ormai illegale, Giuseppe Pinelli veniva spinto dalla finestra del IV piano della Questura di Milano. Dopo più di 50 anni, tante ancora le persone sottomesse fisicamente e psicologicamente da altre che, invece, indossano la divisa.

Le vittime, tutte diverse da loro, hanno in comune lo stato di assoggettamento: dal carcere alla caserma, dall’arresto all’ospedale. È molto spesso l’esito è fatale: la morte.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

La guerra climatica

ore 19.30 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

Con:

  • Alessandro Runci (Re:Common)
  • Ferdinando Cotugno (giornalista)

In molti hanno definito la guerra in Ucraina come il primo conflitto “climatico” della storia. In realtà le guerre contemporanee, combattute per il controllo delle risorse e lo spossessamento di intere popolazioni, si iscrivono tutte all’interno della crisi climatica che è in atto da tempo.

Allo stesso tempo, è la prima volta che il legame tra guerra, riassetto produttivo del capitalismo e modello energetico emerge in maniera così nitida. La dipendenza dal gas russo è un fatto noto, per tutti i Paesi europei e non solo. Meno noto nel dibattito pubblico, è che gli attori che continuano ad avere un peso nelle scelte politiche e commerciali in questa fase, sono gli stessi che hanno generato e continuano a inasprire la crisi ecologica. Stiamo parlando delle multinazionali del fossile, delle corporation che sono l’ago della bilancia della “svolta green” del capitalismo e si stanno accreditando per gestire direttamente i finanziamenti derivanti dal Recovery Fund e dagli altri giganteschi piani economici di ripresa post-Covid.

Come smascherare questi interessi? Come metterli al centro di campagne politiche e informative efficaci?


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management

“Corpi elettrici” con Jennifer Guerra

Un dialogo tra (trans)femminismi

ore 19.30 – Stand “Sherwood Media e Produzioni”

con:

  • Jennifer Guerra

Che cosa lega il femminismo italiano degli anni Settanta con il transfemminismo che oggi riempie le Che cosa lega il femminismo italiano degli anni Settanta con il transfemminismo che oggi riempie le piazze di tutto il Paese? E qual è il rapporto tra le fotografie di quella stagione con la diffusione delle immagini sui social, diventata ormai uno dei principali veicoli di lettura della realtà? Ne discuteremo con Jennifer Guerra, giornalista, autrice e curatrice della pagina Instagram “Iconografie femministe”. Il progetto intende raccogliere e divulgare le immagini e i manifesti dei movimenti femministi attivi in Italia nel decennio degli anni Settanta, per ricostruire un patrimonio storico e restituirlo alla nuova generazione di femministe che arrivano al movimento anche grazie alla porta d’ingresso dei social, mettendo in evidenza la centralità dei corpi nelle battaglie per l’autodeterminazione.


Infoline: 335.1237814 – Anche tramite messaggio Whatsapp
(Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)
Per info sulle prevendite: ticket@sherwood.it
Per info generali: info@sherwood.it

Ufficio Stampa: Dystopia
tel. +39 339.7119740 | +39.392 9421590
giacomo@dystopia.management | zen@dystopia.management
www.dystopia.management